PARLA CON UN NOSTRO OPERATORE

Prima Giornata Nazionale delle Regioni e degli Enti Locali sul contrasto al gioco d’azzardo

Prima Giornata Nazionale delle Regioni e degli Enti Locali sul contrasto al gioco d’azzardo

 

Il 9 marzo 2016 si è tenuta a Milano, presso Palazzo Lombardia, la Prima Giornata Nazionale delle Regioni e degli Enti Locali sul contrasto al gioco d’azzardo, organizzata da Regione Lombardia in collaborazione col mensile Vita (magazine no profit) e il Tavolo regionale dei capoluoghi lombardi.

Governatori, sindaci e consiglieri si sono confrontati sulle politiche adottate, in questi ultimi anni, nelle proprie realtà locali a partire dalla legge regionale n.8 del 2013 per contrastare il dilagante e sempre più preoccupante fenomeno dell’azzardo.

Il confronto, che ha evidenziato una sostanziale uniformità sia nelle analisi delle problematiche sociali, nei dati socioeconomici e nelle procedure adottate a contrasto dell’azzardo, ha avuto anche lo scopo di portare alla condivisione di una piattaforma da presentare alla prossima Conferenza unificata Stato Regioni ed Enti locali (Manifesto delle Regioni per la lotta al gioco d’azzardo) per evidenziare le prassi normative adottate in sede locale in tema di regolamentazione del gioco d’azzardo.

La Conferenza Stato regioni, infatti, dovrà entro il 30 aprile esprimersi sulle politiche di contrasto all’azzardo, sulla riorganizzazione dei punti di gioco, sulle norme di tutela della salute, dell’ordine pubblico e della buona fede del giocatore, al fine di arrivare ad una normativa nazionale.

Queste le proposte contenute nel manifesto:

  • Introduzione della definizione di “luoghi sensibili” e individuazione di una distanza minima dagli stessi per l’esercizio dei giochi pubblici
  • Elenco di luoghi sensibili che comprenda almeno: istituti scolasti (tutti i gradi), luoghi di culto, centri giovanili e impianti sportivi o altri istituti frequentati prevalentemente da giovani o strutture residenziali /semiresidenziali sanitarie e/o socio-assistenziali e strutture per categorie protette
  • Previsione di autorizzazione comunale per l’esercizio del gioco pubblico
  • Previsione di fasce orarie in cui limitare l’esercizio del gioco pubblico in locali non dedicati e limiti all’apertura di locali dedicati
  • Previsione di incentivi a iniziative associative e/o istituzionali che promuovano il valore del gioco sociale in contrapposizione del gioco d’azzardo, comprese forme di sostegno anche fiscale ai locali pubblici che rinunciano all’offerta di gioco d’azzardo.

 

Autore: Lucia Maggi

Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookPrint this page